Unità di misura Informatica


 

Capisci bit o byte ? No ? E allora ! Questo è quello che si diceva anni fa in un nota trasmissione televisiva.

Ma quante persone conoscono veramente le unità di misura utilizzate in informatica ? Sicuramente chi è del mestiere non avrà problemi, altri invece dovranno farsene una ragione e cercare di imparare quello che, al giorno d’oggi, troviamo sempre più spesso tra le caratteristiche tecniche del materiale informatico e nelle apparecchiature elettroniche.


Il peso di internet, questa massa informe e piena di dati, carica dei nostri ricordi e del sapere umano, quanto pesa ?
C’ è mai stato qualcuno che se l’è chiesto o sarà una domanda a trabocchetto come quella del coccodrillo come fa ?
Ci sono molte teorie secondo il quale tutti i dati  (Internet si appoggia sugli elettroni e anche questi hanno un peso ) messi assieme avrebbero il valore di una grassa e grossa fragola mentre altre di un granello di sale. In un video Vsauce spiega come l’intero peso di internet sia di 50 grammi.

Ma comunque bando alle ciance e alle teorie e passiamo alle cose reali e concrete.

Il peso ( non quello fisico citato precedentemente ) e la dimensione dei dati, che sono quindi immagini, file e documenti (praticamente tutto) si misura seguendo questa scala :

Alla base di tutto c’è il bit che può assumere un valore tra 0 e 1.

aumentando di uno il numero di bit il valore dei possibili stati raddoppia.

1 bit – 2 possibili stati quindi 0/1

2 bit  – 2*2 = 4

3 bit – 2*2*2 = 8 ( elevato alla  terza)

8 bit insieme formano un byte che a sua volta, tornando al ragionamento di prima, può assumere 256 combinazioni ( valori diferenti o stati)

Da tutto questo abbiamo definito il fatto che il computer utilizza un sistema di numerazione posizionale a base 2 mentre il nostro è a base 10 in quanto utilizziamo la numerazione da 0 a 9.

 

 


 

 

FREQUENZE

 

La frequenza in scienza e tecnologia si misura in hertz (da Heinrich Rudolf Hertz) e misura quante volte si ripete una cosa/azione in un determinato lasso di tempo.In questo caso quindi parliamo del numero dei cicli di clock al secondo ed ecco di seguito uno schema con i relativi multipli attualmente utilizzati in informatica.

 

Kilohertz(KHz)  x 1000 (mille cicli al secondo)

Megahertz(MHz) x 1.000.000 (un milione di cicli al secondo)

Gigahertz(GHz)  x 1.000.000.000  (un miliardo di cicli al secondo)

Se un processore di un computer ha per esempio una frequenza di 3.0 GHz, significa che può completare 3,000,000,000 cicli per secondo.

 


 

FLOPS

 

Sta per FLoating point Operations Per Second ed è la misura per le prestazioni (al secondo) di calcolo in virgola mobile.

Dall’8 giugno 2018 il computer più performante in termini di FLOPS è risultato il Sistema Summit e questi sono i suoi dati :

SummitIBM Power System AC922, IBM POWER9 22C 3.07GHz, NVIDIA Volta GV100, Dual-rail
Mellanox EDR Infiniband , IBM
DOE/SC/Oak Ridge National Laboratory
United States

Cores : 2,397,824

Rmax (TFlop/s) : 143,500.0

Rpeak (TFlop/s) : 200,794.9

Energia (kW) : 9,783

Fare un confronto delle prestazioni con il computer di casa mi sembra ingiusto vista l’enorme capacità di calcolo di questo elaboratore.

 


Internet

 

La connessione internet viene dichiarata dai vari provider con un valore e questo può essere motivo di confusione in quanto sembra indicare la velocità dei dati che viaggiano verso il router, ma non è così, questi ultimi non li puoi immaginare come delle automobili più o meno potenti. Quello che il valore esprime invece è la quantità di informazioni che arrivano a destinazione (al secondo) ed è stabilito dalla larghezza di banda, ovvero la dimensione della strada che i dati percorrono.

Poniamo il caso di avere 3 auto che viaggiano tutte alla stessa velocità. Percorrendo una strada ad una corsia saranno allineate in fila indiana, viaggiando invece su una strada a 3 corsie saranno posizionate per file parallele, ecco, la differenza è questa. Nel primo caso, la stessa quantità di dati passerà il traguardo in 3 secondi mentre nel secondo caso in uno.


 

kbps, mbps, MBps and gbps

 

kbps o Kbit/s : sta per kilobit al secondo e si usava soprattutto nelle vecchie connessioni dial up con modem analogici a 56 k che ricordiamolo, modulavano e demodulavano i segnali da analogici a digitali appunto.

mbps : megabit al secondo ed è la misura che trovi un po’ dappertutto ad esempio tra le caratteristiche delle offerte internet. 

MBps megabyte per secondo  e gbps gigabit al secondo sono invece utilizzate per altri scopi e non rientrano tra le misure da associare alle linee domestiche.


 

Concludo dicendo che appena possibile saranno aggiunti approfondimenti ed ulteriori schemi.

 

 


 

Condividi l'articolo - scegli la piattaforma